Ultima modifica: 27 ottobre 2018

CORSO SERALE : REGOLAMENTO

ASPETTI GENERALI

La scuola ha una lunga e consolidata esperienza nel segmento formativo relativo all’istruzione degli adulti, ha altresì aderito alla rete dei CPIA (Centri Provinciali di Istruzione per gli Adulti) e alle Associazione  nazionali RENAIA e regionali RERIA, allo scopo di giovarsi del confronto e della programmazione condivisa di attività e modalità organizzative con analoghi istituti di Enogastronomia, della messa in comune delle “buone pratiche” e delle strategie più efficaci per risolvere le problematiche che interessano lo specifico  della Istruzione per Adulti.

Gli interventi formativi peculiari, nell’ambito di quello che attiene all’autonomia delle scuole, sono coerenti con le aspettative del contesto territoriale, dell’utenza e rispettosi delle indicazioni dell’Unione Europea in relazione all’obiettivo del “Lifelong Learning Programme” di sostenere lo sviluppo di un’istruzione permanente di qualità.

 

Istituito nel  1997, il Corso Serale  dell’istituto Alberghiero Magnaghi  si è arricchito di esperienze sul campo ed ha subito i cambiamenti  organizzitivi nel rispetto della normativa di riferimento.

 

Il Nuovo Corso Serale  è articolato su 3 Periodi Didattici:

  • 1^ P.D. Primo periodo didattico, della durata di un anno scolastico equivalente al biennio del corso diurno.
  • 2^ P.D Secondo periodo didattico, della durata di uno o due anni scolastici corrispondenti al 3° e 4° anno del corso diurno.
  • 3^ P.D. Terzo periodo didattico, della durata di un anno scolastico corrispondente al 5° anno del corso diurno.

Al termine del terzo periodo didattico, con il superamento dell’Esame di Stato viene rilasciato il DIPLOMA DI ISTRUZIONE SUPERIORE  equivalente a quello del  corso diurno.

 

Il Corso Serale ha come principali finalità la promozione del sapere e della istruzione e formazione  degli adulti, riconoscendo come risorsa il vissuto professionale e culturale di ciascuno. Per questa ragione è prevista  la valutazione  di esperienze pregresse, documentate,  che vengono riconosciute come  crediti formativi siano essi formali, non formali  o informali.

Le competenze professionali e non professionali già in possesso dagli studenti  contribuiscono a una personalizzazione del percorso scolastico / formativo con eventuale  riduzione del monte ore da frequentare.

Ogni Corsista proviene da vissuto personale, scolastico e formativo unico e diverso,  pertanto ognuno procede secondo Patto Formativo Personalizzato – PFP.

Pertanto la frequenza può essere totale e continua o parziale e segmentata, secondo un monte ore concordato e su programmi stabiliti validi per sé e non necessariamente per altri corsisti. Ne consegue che  la vita scolastica è organizzata in modo abbastanza ‘flessibile’ per andare incontro ad una utenza che ha esigenze, tempi e modi di fruizione molto diversificati  anche ovviamente dall’utenza del  Corso diurno.

Il dialogo per la risoluzione dei problemi tra adulti autonomi e responsabili è alla base dei rapporti tra corsisti e docenti e staff della scuola.

E’ quindi utile chiedere informazioni ed eventualmente parlare  con tutor, coordinatore o docenti in modo interlocutorio per avere risposte  più chiare possibile al fine di evitare incomprensioni.

 

Tutte le classi sono costituite da alunni adulti di varia provenienza, nazionalità e titoli di studio. Vista questa pluralità, la scuola promuove un atteggiamento di rispetto “reciproco”,  finalizzato a  creare quella atmosfera stimolante, di confronto, di scambio di esperienze, che ha contraddistinto il corso serale dal primo anno di vita.

La formazione agli adulti con il Corso Serale di Enogastronomia  è soprattutto orientata a migliorarne le competenze professionali e migliorare l’occupabilità sul territorio e oltre.  Per tale ragione l’Istituto ha deciso, avvalendosi delle competenze che gli vengono riconosciute dal disposto normativo con organico assegnato dal CSA, di introdurre  variazioni al quadro orario ministeriale finalizzata ad incrementare le competenze professionalizzanti.

 

ISCRIZIONE

L’iscrizione avviene tramite domanda  di iscrizione firmata dal corsista.

Priorità è data a tutti coloro che NON hanno Titoli quinquennali di studio Superiore.

Chi ha titoli equivalenti può presentare domanda di iscrizione ma di regola, dovrà aspettare la conferma che  avverrà entro il 15 ottobre 2018.

Possibilmente entro il 15 settembre il corsista dovrà presentare sotto la propria responsabilità tutta la documentazione richiesta.

Per i corsisti stranieri non comunitari è obbligatorio il Permesso di soggiorno.

I portatori di Certificazioni mediche speciali devono darne comunicazione scritta e presentarla al coordinatore prima possibile.

 

CREDITI  e PATTO FORMATIVO

Il corsista al momento dell’ iscrizione  si dovrà attenersi alla seguente procedura:

– dichiarare di possedere il titolo di Licenza Media o titolo equipollente

– presentare domanda di iscrizione allegando bollettini di pagamento di tasse governative e contributi scolastici

– consegnare i documenti personali identificativi richiesti e gli eventuali titoli di studio, anche gli studenti stranieri consegnano titoli ‘equipollenti’

– chiedere eventuale Riconoscimento dei Crediti pregressi -di norma la quota dei crediti  richiesta non  deve superare il 50% e compilare il modulo di richiesta

– concordare con il coordinatore  un incontro per la stipula  del Patto Formativo con resoconto delle discipline   e del monte ore da frequentare.

– attendere la  valutazione  del Patto formativo a cura della Commissione Provinciale CPIA.

Questa complessa procedura non deve preoccupare nell’aspetto formale in quanto è svolta con il supporto del Coordinatore del Corso e dei Docenti.

DISCIPLINE DI AREA COMUNE E DI INDIRIZZO

Le discipline di Area Comune comprendono: Lingua e Letteratura Italiana, Storia, Lingua Inglese, Matematica, Scienze Integrate.

Le  discipline di Area di Indirizzo comprendono: Scienza e Cultura dell’Alimentazione, Diritto e Tecniche Amm. della Struttura Ricettiva, Laboratorio di CUCINA, Laboratorio di SALA e VENDITA, Laboratorio di servizi di ACCOGLIENZA TURISTICA e Seconda Lingua Straniera-Francese.

 

FREQUENZA

Dal Patto Formativo il Corsista ottiene le informazioni specifiche per la frequenza annuale  personalizzata.

In fase di Accoglienza ogni studente sarà ammesso al Periodo Didattico o livello più opportuno, e frequenterà solo le discipline concordate nel Patto formativo,  la frequenza non è prevista per le altre discipline già oggetto di studi pregressi.

Le lezioni  sono in presenza e comprendono  una quota del 10% destinata alla Fase di Accoglienza. Possono essere programmate dal Consiglio di Classe attività in FAD, Formazione a distanza.

L’unità temporale scelta (ora di lezione) per tutte le classi del corso serale può essere inferiore ai 60 minuti, laddove si ravvisino motivazioni di opportunità didattica per dar luogo ad una riserva di frazioni orarie da restituire alle classi mediante l’attivazione di strategie didattiche atte ad aderire meglio alle esigenze formative dell’utenza, anche nell’ottica di una maggior personalizzazione del dialogo formativo.

Gli studenti iscritti al corso serale hanno obbligo di frequenza minimo al 70% del proprio PFP, condizione per l’accesso all’anno scolastico successivo. Contribuisce al raggiungimento della soglia minima l’eventuale partecipazione alle ore di sportello messe a disposizione dei corsisti da parte dei singoli docenti, che dovranno essere certificate dal docente sul registro personale.

DEROGHE : In presenza di gravi e oggettive motivazioni documentabili,  incompatibilità orarie dovute al lavoro  e/o esigenza di assentarsi per periodi prolungati, (documentazione lavorativa, situazioni sanitarie particolari ecc.) il corsista chiede Deroga alla percentuale di frequenza. La relativa documentazione deve essere consegnata al tutor di classe per la necessaria valutazione . La documentazione deve essere esibita in tempo utile  e non ex post.             Dopo  periodo di assenza superiore a 5 giorni dovuto a malattia si richiede certificato medico come da normativa vigente.

 

PROGRAMMI DI STUDIO/ STRUMENTI DIDATTICI

Il Corso serale  segue un sistema  flessibile  anche per l’uso dei i materiali didattici e per il format delle lezioni.

Il docente, dopo aver preso visione delle esigenze generali della classe e dei singoli, indicativamente entro il mese di novembre, pubblica il Piano di Lavoro o Programmazione per competenze sul Registro elettronico tale che i corsisti abbiano accesso e vedano settimanalmente lo svolgimento delle attività programmate.

Per i libri di testo si fa  riferimento a quelli in adozione, tuttavia vista la necessità, al Corso Serale, di ottimizzare i tempi didattici e di  adattare, eventualmente ridurre  i  contenuti disciplinari e rispettive competenze disciplinari, anche  i materiali didattici e il format delle lezioni  possono essere  diversi  (es. materiali informatici, autentici, schede o schemi).

Si consiglia di attendere l’incontro col  docente che, durante la fase di accoglienza e verificati i bisogni formativi, darà disposizioni in merito.

Nel Piano di Lavoro si procede, per raggiungimento di obiettivi e competenze,  mediante blocchi tematici dette UDA ( Unità di Apprendimento)  su cui verte la valutazione periodica.

Le verifiche sono programmate con almeno una settimana di anticipo e registrate sul Registro elettronico con dettagli degli argomenti valutabili.

 

RECUPERO E POTENZIAMENTO – Sportelli                                                                                                          Gli sportelli sono frazioni di orario che i docenti mettono a disposizione dei corsisti per recupero/rafforzamento a favore di coloro che necessitano di chiarimenti, consigli, indicazioni didattiche  Gli sportelli possono essere pianificati  meglio se gestiti per piccoli gruppi, anche a pacchetti, intensificando in alcuni periodi; il docente organizzerà gli appuntamenti ne darà informazione ai richiedenti.

COMUNICAZIONI

Le comunicazioni  generali per tutti i Periodi Didattici avvengono sul sito www.magnaghisolari.it al  link Corso Serale e comunque ci si riferisce anche  alle circolari d’Istituto.

Le  comunicazioni didattiche   a cadenza settimanale e di Periodo Didattico sono inserite sul Registro elettronico ad opera del Coordinatore di Classe e/o della  prof.ssa Rocca Daniela

Le comunicazioni relative alle singole discipline avvengono a cura del docente.

Il corsista ha l’obbligo di ritirare  una password per accedere a tutte le comunicazioni e deve utilizzare il Registro Elettronico come documento ufficiale da cui passa la organizzazione della vita scolastica.

 

SICUREZZA

E’ obbligatoria la firma dei corsisti per la effettiva presenza in ingresso e in  uscita  su un apposito registro firme Sicurezza  posizionato all’ingresso presso la Reception. Il corsista si reca nelle aule del secondo piano dove sono situate le aule e al primo piano dei laboratori.  Non è consentito spostarsi su altri piani se non con il docente di riferimento.

REGOLE SICUREZZA E IGIENE LABORATORI

L’accesso ai laboratori è regolamentato da apposite norme affisse nei laboratori stessi e spiegate dal docente. Tali norme saranno il marchio base dell’etica professionale.

Si richiama alla massima responsabilità nel rispetto delle regole di comportamento professionale fornite dal docente e all’attenzione delle disposizioni date dai docenti relativamente alla Sicurezza e alle norme igieniche dettate dal sistema HACCP.

Il docente di laboratorio controlla il rispetto delle norme di igiene personali e se necessario  segnala le inadempienze al corsista con discrezione e  rispetto in forma privata ma al contempo in modo chiaro e determinato  segnala gli eventuali problemi di igiene e sicurezza, che se non risolti precludono l’accesso ai laboratori stessi.

Igiene e Sicurezza sono temi di  fondamentale importanza e possono implicare criticità che vertono anche  sulla sfera personale, si  richiede che il corsista   accetti  le osservazioni  come requisiti professionali richiesti senza far riferimento alla categoria della offesa personale.  Il corsista deve informare il docente di laboratorio o il coordinatore se affetto da patologie o disturbi che insistono sulla sfera igienica, se presenta tagli o ferite.

DIRITTI E  DOVERI DEI CORSISTI

Il corsista adulto è autonomo,  responsabile delle proprie azioni e del proprio percorso didattico.

I corsisti sono tenuti ad avere nei confronti del Dirigente scolastico, dei docenti, non docenti e dei compagni lo stesso rispetto, anche formale, che chiedono per se stessi .

Il rispetto dell’orario è condizione importante per un proficuo lavoro, pertanto tutti sono tenuti a rispettarlo pur con le deroghe personali, per motivi di lavoro o di famiglia. Chi per necessità non potesse arrivare puntuale è invitato a segnalarlo al coordinatore.

I corsisti che vantano credito scolastico non devono frequentare le discipline a credito, quindi sono tenuti per motivi di sicurezza  a non restare all’interno dell’istituto a meno che presentino richieste valutabili.

Durante l’intervallo o eventuali buchi orari dovuti a crediti vantati, tutti sono invitati al massimo rispetto degli spazi e degli arredi della scuola e di tutti coloro che vi operano e di eventuali lezioni in corso.

L’utilizzo del telefono cellulare non è consentito durante le ora di lezione.

L’ingresso nella scuola è vietato a tutte le persone estranee: è fatto divieto assoluto agli alunni di invitare estranei ed intrattenersi con loro nella scuola. E’ vietato il parcheggio di autovetture nel piazzale antistante e retrostante l’Istituto.

In tutto l’edificio scolastico è fatto divieto di fumare, compreso gli spazi esterni di pertinenza dell’Istituto.

 

PROBLEMI DISCIPLINARI

I comportamenti che si configurano come mancanze disciplinari sono infrazioni dei doveri dei corsisti e del corretto funzionamento dei rapporti all’interno della comunità scolastica. Per tali comportamenti sono previsti appositi provvedimenti, che tendono a tutelare:

-l’incolumità delle persone e delle cose

-la proficuità per tutti delle attività del corso

-la serenità delle attività e la peculiarità del corso per adulti

-la reputazione dell’istituto.

Le categorie delle mancanze disciplinari contemplate dal presente regolamento sono le seguenti:

– mancanza di rispetto verso il personale, anche nello svolgimento delle specifiche funzioni, i compagni e le istituzioni;

– atteggiamenti che ledano, impediscano, turbino la convivenza civile e produttiva della comunità scolastica e la realizzazione di ciascuna persona nella sua integrità morale e psicofisica;

– violazione delle disposizioni organizzative del Regolamento di Istituto e delle norme di sicurezza

– uso scorretto del materiale didattico, danneggiamento di locali ed attrezzature

– turbamento del regolare andamento delle lezioni e della scuola in generale (sono compresi, tra l’altro, quegli atti e comportamenti che compromettano il necessario rapporto di fiducia, lealtà e collaborazione che vi deve essere tra le componenti di una comunità civile, quali, ad esempio, l’alterazione di documenti e/o firme, l’oltraggio, la volontaria messa a rischio dell’incolumità propria o degli altri)

-Nessuno può essere sottoposto a sanzioni disciplinari senza essere stato prima invitato ad esporre le proprie ragioni in forma orale o per iscritto.

– Le violazioni dei doveri disciplinari daranno luogo all’irrogazione delle seguenti sanzioni disciplinari

Le violazioni dei doveri disciplinari daranno luogo all’irrogazione delle seguenti sanzioni disciplinari:

-AMMONIMENTO VERBALE: irrogato dagli insegnanti, o dal coordinatore del corso o dal Dirigente Scolastico attraverso un richiamo verbale al rispetto dei doveri del corsista.

-AMMONIMENTO SCRITTO: irrogato dagli insegnanti o dal coordinatore del corso o dal Dirigente Scolastico attraverso l’annotazione sul registro di classe, consiste nel richiamo formale al rispetto dei doveri del corsista e/o nella censura dei comportamenti contrari ai doveri del corsista.

-ALLONTANAMENTO DALLA COMUNITA’ SCOLASTICA FINO A UN MASSIMO DI 15 GIORNI: può essere disposto in caso di gravi e/o reiterate infrazioni. E’ irrogato con atto del consiglio di classe o Istituto e consiste nella sospensione temporanea per un periodo non superiore ai 15 giorni dal diritto di frequenza della scuola.

-ALLONTANAMENTO DALLA COMUNITA’ SCOLASTICA SUPERIORE A 15 GIORNI : può essere disposto quando siano stati commessi reati che violano il rispetto o la dignità della persona o vi sia pericolo per l’incolumità delle persone, è irrogato con atto del consiglio di istituto e consiste nella sospensione per un periodo superiore ai 15 giorni dal diritto di frequenza della scuola e/o nell’esclusione dallo scrutinio finale o nella non ammissione all’Esame di Stato.

-ALLONTANAMENTO IMMEDIATO: Qualora si ravvisino comportamenti censurabili, anche dopo richiami, intemperanze nel comportamento, mancanze di rispetto pesanti o ripetute verso chiunque faccia parte della comunità scolastica, o altre situazioni evidentemente dannose o pericolose per persone o cose, il coordinatore del corso o chi lo sostituisce può disporre, a scopo cautelativo, l’allontanamento immediato per uno o più giorni dall’istituto della/e persona/e coinvolta/e, accompagnato dalla registrazione scritta dell’accaduto e della segnalazione tempestiva al D.S.

L’allontanamento di un solo giorno ha lo scopo di permettere una riflessione sul proprio comportamento per maturare la consapevolezza di un errore al quale si può rimediare facilmente. Pertanto potrebbe non dar luogo a sanzioni.

L’allontanamento di più giorni ha scopo cautelativo nell’attesa che il D.S. predisponga l’iter per la valutazione dell’accaduto

Elementi di valutazione della gravità sono:

-l’intenzionalità del comportamento;

-il grado di negligenza od imprudenza ravvisabile nel comportamento del corsista, anche in relazione alla prevedibilità delle conseguenze;

-il concorso di più studenti nel comportamento censurabile; la sussistenza di altre circostanze aggravanti od attenuanti con riferimento anche al pregresso comportamento del corsista.

COORDINAMENTO DEL CORSO

Il coordinatore del corso  serale è la Professoressa Daniela Rocca e, riceve i corsisti su appuntamento.

ISTRUZIONE e FORMAZIONE PROFESSIONALE      e    L’ ALTERNANZA  SCUOLA-LAVORO

I percorsi IeFP per il rilascio della Qualifica e quelli di Alternanza scuola-lavoro possono essere rivolti anche all’utenza adulta ma si attendono  disposizioni anche legate allo stanziamento dei fondi per la attuazione.

Gli stage rientrano nell’Alternanza Scuola-Lavoro e seguono procedure codificate. I corsisti di 2^ e 3^ P.D. saranno informati in tempo utile.

 

 

Link vai su

Continuando ad utilizzare questo sito accetti l'uso dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi